USM-Homeoffice-headimg3.jpg

Ci sono sicuramente molte ragioni per cui gli Home Office non sono ancora diventati la prassi. Ma se si chiede a dipendenti, datori di lavoro e persino ai lavoratori autonomi il motivo per il quale si schierano a favore o contro il lavoro da casa, le argomentazioni sono più o meno sempre le stesse.

Dipendenti e lavoratori autonomi

Lavorare da casa è un'opportunità allettante e i vantaggi sono evidenti. Meno tempo per gli spostamenti, meno soldi in carburante o abbonamenti ai mezzi pubblici e possibilità di organizzare il proprio lavoro in maniera molto più flessibile.
Anche se i datori di lavoro dovessero imporre degli orari per l'Home Office dei propri dipendenti, questi disporrebbero comunque di un ambiente di lavoro tranquillo e silenzioso per concentrarsi meglio, semplificando la gestione del proprio lavoro ed evitando distrazioni.

In sintesi, il lavoro prodotto in un ambiente tranquillo è spesso di qualità superiore e la relativa mancanza di distrazioni riduce il numero di errori. Secondo uno studio dell'istituto tedesco per la ricerca sul lavoro (Institut für Arbeitsmarkt - und Berufsforschung - IAB), il 38% dei dipendenti tedeschi è disposto a lavorare più di quanto stipulato nel proprio contratto. Lavorare da casa è generalmente molto meno faticoso, si riducono i livelli di stress e si aumenta produttività e motivazione.

Un Home Office può anche aiutare a trovare un equilibrio tra lavoro e famiglia. La riduzione dei tempi di percorrenza e la possibilità di seguire direttamente i propri figli aiuteranno i pendolari che riescono a mala pena a vedere i propri bambini durante la settimana e che non sono in grado di essere d'aiuto se qualcuno in famiglia si ammala. Tuttavia, è di fondamentale importanza stabilire delle regole in modo che l'intero nucleo famigliare rispetti il fatto che il proprio partner/genitore stia lavorando. Le distrazioni provenienti dall'ambiente domestico possono influire sul flusso di lavoro esattamente come quelle in ufficio.

 All'inizio può essere difficile immaginarlo ma, oltre ai benefici, il lavoro da casa presenta anche degli svantaggi per i dipendenti. E questo vale anche per i lavoratori autonomi che gestiscono il proprio lavoro da casa. Nel lungo termine, lavorare da casa significa passare l'intera giornata da soli, con la possibilità di allontanarsi sensibilmente dai propri colleghi. Alcuni potrebbero iniziare a sentirsi soli.

Per quanto possa essere positivo riuscire a far coincidere vita lavorativa e vita privata, c'è anche il rischio di non riuscire a separarle. Alcuni torneranno alla scrivania subito dopo cena, oppure opteranno per svuotare la lavastoviglie al mattino al posto di buttarsi su un progetto importante. Se ti trovi in queste situazioni regolarmente, allora dovresti lavorare sulla tua autodisciplina, o i tuoi tentativi di lavorare da casa potrebbero fallire.

Datori di lavoro

 

I datori di lavoro abituati a sapere che il proprio personale si trova sempre nello stesso luogo e a essere in grado di controllarne la presenza in ufficio, rischiano di dover affrontare una presunta perdita di controllo sui dipendenti che lavorano da casa. Se lavorano tutti nello stesso ufficio è più semplice controllare la presenza dei dipendenti in sede piuttosto che da luoghi diversi.

La mancanza di fiducia è spesso uno dei maggiori problemi, ma è fondamentale costruire solidarietà e fiducia tra le parti interessate. Dopotutto, la fiducia non può essere ottenuta con il controllo.

Vi è anche un altro aspetto importante da tenere in considerazione: molte aziende utilizzano strumenti tecnologici avanzati e gestiscono grandi quantità di dati sensibili che dovrebbero essere accessibili solo in loco. Inoltre, la presenza dei dipendenti viene registrata nel momento in cui entrano in ufficio e gli orari di lavoro vengono calcolati automaticamente. Dato che questo non è possibile se il dipendente lavora da casa, è necessario mettere in campo un sistema di registrazione del tempo diverso che richieda l'assunzione di responsabilità da parte degli individui.

Un altro fattore che impedisce alle aziende di consentire ai propri dipendenti un accesso illimitato agli Home Office è la paura di una disparità di trattamento. All'interno di un'azienda, ci sono alcuni incarichi che non possono essere svolti da casa. Ad esempio, se un membro del personale lavora con dati sensibili che non devono uscire dalla sede per nessun motivo, o gestisce un macchinario nel reparto produttivo, dovrà necessariamente recarsi sul posto di lavoro. Se tutti i colleghi, però, lavorano da casa, il dipendente rimasto in sede potrebbe avere la percezione di subire un trattamento diverso e, ovviamente, questo rischia di rompere delicati equilibri.

Secondo un sondaggio di Bitcom e Toluna, circa il 46% delle aziende in Germania teme il crollo della produttività causato dall'impossibilità dei dipendenti di parlarsi tra loro. Il lavoro di squadra fa nascere velocemente nuove idee e può creare grandi sinergie. Se una persona lavora da sola tutto il tempo non riceverà input dagli altri. Le videochiamate e le regolari riunioni virtuali o in presenza possono sopperire al problema. La chiave è comunicare.

Pur in presenza di svantaggi e motivi di preoccupazione, i datori di lavoro possono aspettarsi di ottenere altrettanti vantaggi se offrono la possibilità di lavorare da casa. I dipendenti potranno sentirsi più flessibili se hanno la possibilità di lavorare da casa. Potranno condividere la cura dei figli in caso di malattia o di chiusura delle scuole e potranno persino trasferirsi senza dover lasciare il proprio lavoro.
E questo ha un effetto estremamente positivo sulle fluttuazioni del business. Inoltre, rafforza il legame positivo tra dipendenti e datori di lavoro, poiché consentire al personale di lavorare da casa dimostra il valore e la fiducia che il datore di lavoro ripone nei suoi dipendenti.

Molte persone si dimostrano molto più produttive se hanno la possibilità di lavorare nella tranquillità della propria abitazione. A casa, le distrazioni non sono così frequenti: si eliminano le chiacchiere, le lunghe pause caffè o le semplici conversazioni all'interno degli uffici open space. Naturalmente, è fondamentale che i dipendenti dimostrino responsabilità e non abusino della fiducia del datore di lavoro. Lavorando da casa è importante essere sempre reperibili e consegnare il lavoro con la massima puntualità, pena la perdita della possibilità di beneficiare di questo "nuovo modello di lavoro".